2017 - L'anno senza Google

Il 2016 è stato un anno molto bello per me. Soprattutto perchè mi ha portato una grande evoluzione personale e professionale, ma non solo, è stato l'anno in cui i "buoni propositi" dell'inizio di gennaio sono stati tutti raggiunti. Non mi era mai capitato.

Per questo motivo ho deciso di replicare nel 2017. Quest'anno ho scelto un solo impegno, che probabilmente impiegherò tutto l'anno a completare e che occuperà, probabilmente, tutte le mie energie del tempo libero: via Google dalla mia vita.

Chi mi conosce e/o ha letto in questo sito intuisce o sa che sono contraria ai monopolisti. Le filosofie a cui mi ispiro sono quelle del p2p, dell'open source e della libertà su internet, il diritto alla privacy e l'anonimato, l'hacking spinto all'ennesima potenza insomma.

Tutto questo stride ovviamente con la coesistenza di Google ed altre Big Major nel mio lavoro e negli strumenti che utilizzo. Ne uso il meno possibile infatti, ma ad alcuni, per pigrizia, non ho ancora rinunciato. 

Il proposito di quest'anno è quindi il definitivo calcio alla pigrizia e la sostituzione di tutti gli strumenti che ancora utilizzo per lavoro di proprietà di monopolisti, con strumenti equivalenti con filosofia open source. L'obiettivo non è quello di sostituire "al volo" un nome con un nome, in questo caso basterebbero un paio d'ore di ricerca. Ho intenzione di scaricare ogni prodotto di tutti quelli che utilizzo ora, trovarne una alternativa open source, studiarlo, trovarne le differenze, risolverne i possibili limiti e integrarlo come strumento di lavoro. 

I miei colleghi tecnici staranno ridacchiando perchè loro lo hanno già fatto da tempo, ma non hanno il mio "extra-challenge": la mia famiglia. Dopo aver implementato ed aver usato me stessa come tester, porterò gli strumenti anche a loro. D'altra parte è il prezzo da pagare per vivere con una moglie e una madre NERD. 

Obiettivo in pratica:

- eliminare tutti i tool di monopolio per la produttività giornaliera (calendario, documenti in cloud, posta, blocco appunti, documenti condivisi, etc...)

- liberare il mio cellulare e tablet (Android) da Google (account google, email, play store, etc...)

- sincronizzare PC, tablet, cellulare con gli strumenti scelti


Si comincia. Prima puntata, LE MAPPE. 


PS: per chi volesse sapere qual era il principale proposito del 2016: trovare una birra che mi piacesse davvero. Ho sempre avuto un limite: non amo la birra. Non ne ho mai trovata una che mi piacesse davvero. Peccato che adoro i paesi del Nord Europa e i loro pub così caratteristici. Con l'aiuto di mio marito, dedito alla sofferenza al mio fianco, ne abbiamo provate tutti i tipi  più o meno per tutta la durata del 2016 fino ad identificarne una che davvero mi piacesse e mi permettesse di frequentare i malfamati pub irlandesi durante le partite di rugby! L'ho trovata. L'obiettivo del 2016 è stato raggiunto.